Chi Sono

Nato a Trieste (città dei portuali), classe 1982, Gemelli, 44 di piede, ex-campione del mondo in ambito relazionale, papà, ultras della sinestesia e della multidisciplinarietà a 360° nella vita ma, prima di tutto, Essere Umano.

Per raccontarmi con una citazione:  Chi è che dice «io»? […] In psicologia l’osservazione è diametralmente ribaltata: quel che è guardato è ciò che in noi dice «io», ma chi stia guardando non si sa. E tanto più è complicato scoprire che cosa e dove sia questo non-si-sa-chi, in quanto nessun altro in noi dice «io», all’infuori di noi stessi. (I. Sibaldi)

In sintesi:

  • Curioso: di indole, fin da piccolino. Mi piace addentrarmi dove altri non osano, sfidare il mondo convenzionale, mettere all’angolo usi, costumi, convinzioni e modi di pensare, essere e agire radicati nella nostra cultura, sfidandoli anzitutto dentro «io».
  • Ricercatore dell’Essere: la versione che convince di più la mia pancia è questa: il fuori è dentro, il dentro è fuori, il mondo è l’esatto specchio del tuo Essere. Non puoi pretendere di pettinare l’immagine che vedi allo specchio direttamente sul riflesso ma, se ti spazzoli i capelli (sempre che tu li abbia ancora) l’immagine allo specchio non oserà opporsi e si allineerà al tuo scostamento.
  • Appassionato di energie sottili e dispositivi di autoguarigione: esistono a questo mondo soluzioni tanto banali quanto efficaci. In genere l’essere umano tende a sovracomplicare le soluzioni ai problemi. Penso sia una questione di autosabotaggio di specie o qualcosa del genere. Se una cosa funziona… semplicemente funziona! A volte domandarsi di meno e vivere di più può essere un approccio efficace alle sfide della vita.

Ritengo che un’immagine valga più delle parole. Di seguito alcuni scatti che, a partire dal Giurassico, possono darti al volo l’idea del percorso personale e professionale svolto negli ultimi 20 anni.